Skip to main content

Detachment – il distacco: una riflessione

Detachment è un film del 2011 diretto da Tony Kaye e interpretato da Adrien Brody. Per questo lavoro il regista britannico, già noto per pellicole come American History X e Lake of fire, ha scelto la scuola e lo ha fatto con un taglio personale che approfondiremo nel corso di questo articolo.

Continua a leggere

Io e Dracula siamo amici

Che ci crediate o meno, sono passati più di cento anni dalla prima proiezione a Berlino di Nosferatu eine Symphonie des Grauens (1922) di Friedrich W. Murnau, ben trenta da quella del capolavoro di Francis F. Coppola Dracula di Bram Stoker (1992), ormai molto più di un secolo dalla prima pubblicazione del romanzo. E sembra ieri.

Continua a leggere

Pif ci insegna come lasciarci andare all’amore

Pif arriva in libreria con un nuovo romanzo sull’amore, dalla vena comica ma anche malinconica in alcuni passaggi. Il romanzo La disperata ricerca d’amore di un povero idiota è pubblicato da Feltrinelli a novembre 2022: una lettura rilassata che si addice all’imminente arrivo di San Valentino.

Continua a leggere

Videogiochi e cinema: un matrimonio riuscito?

I videogiochi sono certamente pensati con delle coordinate specifiche figlie del loro linguaggio. Eppure, spesso, si decide di ampliarne la diffusione realizzando degli adattamenti - perlopiù cinematografici - per fornire ai fan (e non), maggiori informazioni sul background di alcuni personaggi, ulteriori specificazioni del worldbuilding, e anche per implementare il filone narrativo principale, aggiungendo nuove ramificazioni.

Continua a leggere

The White Lotus: miti riattualizzati

Vi sarà capitato, nelle ultime settimane, di vedere contenuti su The White Lotus più o meno ovunque sul web. La serie antologica HBO, sceneggiata e diretta da Mike White, vede il nostro Bel Paese (e, in particolare, la terra sicula) a farle da sfondo per la sua seconda stagione.

Continua a leggere

Memento: la depressione non è debolezza

Nonostante la (timida) sensibilizzazione degli ultimi anni e l'incremento di persone che ne soffrono, parlare di disturbi mentali risulta ancora un tabù. Inoltre, con il rischio di urtare la sensibilità di chi ne soffre, farlo risulta ancora più difficile.

Continua a leggere